Warning: pg_query(): Query failed: ERROR: missing chunk number 0 for toast value 29512337 in pg_toast_2619 in /dati/webiit-old/includes/database.pgsql.inc on line 138 Warning: ERROR: missing chunk number 0 for toast value 29512337 in pg_toast_2619 query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_page WHERE cid = 'https://www-old.iit.cnr.it/node/37095' in /dati/webiit-old/includes/database.pgsql.inc on line 159 Warning: pg_query(): Query failed: ERROR: missing chunk number 0 for toast value 29512337 in pg_toast_2619 in /dati/webiit-old/includes/database.pgsql.inc on line 138 Warning: ERROR: missing chunk number 0 for toast value 29512337 in pg_toast_2619 query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_page WHERE cid = 'https://www-old.iit.cnr.it/node/37095' in /dati/webiit-old/includes/database.pgsql.inc on line 159 Train the brain: allena il cervello a restare giovane | IIT - CNR - Istituto di Informatica e Telematica
IIT Home Page CNR Home Page

Train the brain: allena il cervello a restare giovane

05/05/2014
A cura di:

Stefano Groppioni

Foto di Stefano Groppioni

Mario Marinai

Foto di Mario Marinai

Soggetti esterni: Marco Ferrazzoli (Capo uff. stampa Cnr - Roma), Luca Serasini (Ifc-Cnr), Mirco Passera (Ifc-Cnr)

Presentato, all’area della ricerca di Pisa, il progetto “Train the brain”, condotto dagli Istituti di neuroscienze e fisiologia clinica del Cnr, dall’Accademia dei Lincei e dall’Università di Pisa. Scopo dello studio? Verificare la possibilità di rallentare la progressione della demenza, ormai dichiarata emergenza mondiale, sia per l’assenza di trattamenti farmacologici in grado di bloccare la malattia, sia per l’aumento esponenziale della popolazione “anziana”.
Il progetto prevede un percorso combinato di esercizi fisici e di training cognitivi. I ricercatori hanno sottoposto al ciclo di trattamenti soggetti con deficit cognitivo lieve, predittivo di un potenziale sviluppo dell’Alzheimer o di demenza vascolare.
I risultati, nel tempo, hanno dimostrato miglioramenti nei pazienti coinvolti nel percorso dei trattamenti fisici e neurologici. Gli stimoli esterni rappresentano strumenti indispensabili nel processo di rallentamento della demenza.