Warning: pg_query(): Query failed: ERROR: missing chunk number 0 for toast value 29512337 in pg_toast_2619 in /dati/webiit-old/includes/database.pgsql.inc on line 138 Warning: ERROR: missing chunk number 0 for toast value 29512337 in pg_toast_2619 query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_page WHERE cid = 'https://www-old.iit.cnr.it/node/58702' in /dati/webiit-old/includes/database.pgsql.inc on line 159 Warning: pg_query(): Query failed: ERROR: missing chunk number 0 for toast value 29512337 in pg_toast_2619 in /dati/webiit-old/includes/database.pgsql.inc on line 138 Warning: ERROR: missing chunk number 0 for toast value 29512337 in pg_toast_2619 query: SELECT data, created, headers, expire, serialized FROM cache_page WHERE cid = 'https://www-old.iit.cnr.it/node/58702' in /dati/webiit-old/includes/database.pgsql.inc on line 159 Ma l'Internet può rompersi? Perché la rete resiste, anche al coronavirus | IIT - CNR - Istituto di Informatica e Telematica
IIT Home Page CNR Home Page

Ma l'Internet può rompersi? Perché la rete resiste, anche al coronavirus

Venerdì 17 aprile alle ore 17, si parlerà di Internet e della sua resistenza ai tempi del Covid-19 sulla pagina Facebook del Cnr-Iit  con Luciano Lenzini (Università di Pisa), Marco Conti (Direttore del Cnr-Iit e Responsabile del Registro .it), Andrea Passarella (Cnr-Iit) e Claudio Cicconetti (Cnr-Iit).

“This basic architecture is 50 years old, and everyone is online. And the thing is not collapsing.”

Sono le parole di Vinton Cerf, uno dei tanti ma forse il più celebre “papà” di Internet, che qualche giorno fa ha commentato con entusiasmo un fatto che abbiamo tutti sotto gli occhi: la Rete, anche in queste settimane così difficili, resiste, magari rallenta ma non cade, nonostante il carico di traffico imprevisto e costante che si trova a sostenere. 
Così, mentre noi scopriamo che Internet è diventata davvero un bene primario, essenziale per la nostra vita quotidiana, per lavorare, informarci, intrattenerci e restare in contatto con le persone lontane, molti osservatori si chiedono se la Rete davvero reggerà fino alla fine di questa lunga emergenza e quali saranno le nuove lezioni che impareremo e leprospettive di crescita che Internet avrà negli anni a venire.

Ma perché è impossibile “rompere l’Internet”? Com’è stata disegnata cinquant’anni fa quell’architettura di cui parla Cerf, così resiliente alle difficoltà di oggi? E come si integra con la sua struttura la “nuova” Rete, quella che si trova ai confini dell’infrastruttura di base, composta dai nostri smartphone e dispositivi? Questi sono alcuni dei temi di ricerca che il Cnr di Pisa porta avanti da sempre, fin dai famosi anni di attività dell’istituto Cnuce e dagli studi sul networking che hanno permesso proprio al Cnr di attivare la prima connessione a Internet in Italia, il 30 aprile 1986. 

Oggi all’Istituto di Informatica e Telematica continuano gli studi sulle reti e le tecnologie su cui si baserà l’Internet del futuro, dal 5G al quantum internet. E poi c’è il Registro .it, l’anagrafe dei nomi a dominio gestito proprio dallo Iit, che garantisce anche in questo periodo che gli indirizzi della Rete continuino a funzionare nel modo corretto.

La diretta sarà trasmessa anche sul canale Youtube del Cnr-Iit:
https://www.youtube.com/channel/UC_tYWB5IPz61hOw1VkWKW0g


Dal 17/04/2020 al 17/04/2020, Diretta Facebook Cnr-Iit e diretta sul canale Youtube Cnr-iit

Attività: Digital Humanities